Festa dei Serpari, Cocullo

Da giovedì 1 maggio 2014 a giovedì 1 maggio 2014
Attenzione! Non abbiamo avuto notizie certe sullo svolgimento dell'edizione di quest'anno. Pertanto le date indicate non sono attendibili in quanto calcolate in base alla recensione dell'anno scorso. Prima di mettersi in viaggio vi consigliamo di contattare gli Enti Pubblici e/o Organizzatori. Per segnalare eventuali errori scrivere a redazione@folclore.eu

Si rinnova ogni anno, il primo giovedì di maggio, la pittoresca processione dei "serpari", conosciuta anche come la più pagana fra i riti cristiani.

Festa dei serpari - Foto di Giovanni Rinaldi

Il primo di maggio a Cocullo, nell’aquilano, si festeggia San Domenico e, come per altre usanze in cui il rito pagano si intreccia con la devozione cristiana, così accade anche in questa occasione, in cui la devozione per San Domenico, protettore dal morso dei serpenti, si intreccia con il rito arcaico dei “serpari”, manipolatori dei serpenti, nel suggestivo quanto unico Rito dei Serpari.

Per la festa la statua del santo viene portata in processione, addobbata con serpentelli aggrovigliati, innocui e particolarmente conosciuti sui monti attorno al paese, tra questi Saettoni, Cervoni, biacchi e Biscie. I cosidetti serpari raccolgono proprio nei monti attorno al paese questi serpenti nella stagione fredda, durante il loro letargo. Prima della processione sono questi uomini a mostrare i serpenti ai visitatori, permettendo loro di toccarli e maneggiarli, mentre si intonano canti popolari per le vie del paesino.

Dopo la santa messa, in tarda mattinata, la statua del santo viene ricoperta dai serpenti e la processione ha inizio. Il corteo si allunga per le strette vie di Cucullo trasmettendo agli astanti immagini suggestive ed emozionanti. Una giornata diversa che riconcilia gli animi con la natura, rasserena i cuori con le suggestioni che offre un piccolo borgo di montagna incontaminato, conduce alla condivisione nella devozione impastata al folclore.

L’incontro con i serpari, la possibilità di accarezzare un serpente e superare le paure, accalcarsi dietro la statua del santo chiedendo soccorso per la salute, o restare semplicemente ai margini, spettatore di fronte a un evento così particolare, suscita inevitabilmente un fremito profondo, che vale la pena di provare.


Ultima verifica martedì 19 marzo 2013 a cura di Chiara Zirino

Attenzione! Non abbiamo avuto notizie certe sullo svolgimento dell'edizione di quest'anno. Pertanto le date indicate non sono attendibili in quanto calcolate in base alla recensione dell'anno scorso. Prima di mettersi in viaggio vi consigliamo di contattare gli Enti Pubblici e/o Organizzatori.

Comune di Cocullo
Piazza Madonna delle Grazie
67030 Cocullo (Aq)
Te. +39086449117
Tel +390864490006
Fax +39086449449

Categoria: Feste popolari
Segnalato il: 12/04/2002
Visite alla scheda: 83.338

Sito internet:
Sito ufficiale
Google Maps

I contributi degli utenti

Francesco il martedì 1 maggio 2012 ha scritto:

Bravo!!! Grazie... dal'america...

Erminia il venerdì 29 aprile 2011 ha scritto:

Speciale festa,da consigliare a tutti......sono 4 anni di fila che vengo....a presto ci vediamo..W San Domenico.W Cocullo, Erminia

daniela il giovedì 14 maggio 2009 ha scritto:

bellissima festa , folclore e devozione sono le linee guida di questa processione...migliaia di pellegrini, turisti, fedeli e devoti popolano le stradine di cocullo(che in inverno è quasi disabitato) in questa giornata dedicata a S.domenico..un'emozione unica...

Pino il giovedì 23 aprile 2009 ha scritto:

Ci sono stato diverse volte, è decisamente suggestiva. Nel 2008 festa e 1° maggio coincidevano, per cui è stato impossibile addirittura uscire dall'autostrada: dopo due ore di fila (inutile) abbiamo abbandonato l'impresa, per andare all'Aquila: segno del destino evidentemente, visto ciò che è successo dopo. Suggerisco di arrivare molto presto (i camper stazionano addirittura dal giorno prima) per sperare di trovare un buco per l'auto a 3-4 km. di distanza. Ma vale la pena arrivarci a piedi dopo un facile cammino. Il paesino è piccolo e torutoso e risulta difficoltoso anche il cammino a piedi per la gran ressa. Divertente accarezzare i serpenti nelle braccia dei giovani del luogo: inevitabile farsi fotografare. I serpenti sono innocui e un po' addormentati. Trovarsi un posticino lungo il percorso della processione e ammirare i partecipanti, le ragazze con le ciambelle in testa, le bande musicali... i mortaretti concludono la festa intorno alle 13:00. Personalmente ho trovato quasi sempre brutto tempo e pioggia: consiglio k-way!

angela mele il mercoledì 30 aprile 2008 ha scritto:

gentili, non sono mai stata da voi, abito lontanissimo (patagonia argentina) e sono insegnante d'italiano nel nostro paesino. Mi piace portare questo tipo di informazione ai miei allievi perché loro imparino sui costumi italiani. E tante volte durante le lezioni loro ricordano ciò che raccontavano i genitori o i nonni, e cominciano a capirli! Cordialità ángela

ettore bondioli il martedì 8 gennaio 2008 ha scritto:

ci sono stato tanti anni fà ed è stato bellissimo ho due bimbi e voglio tornarci. veramente bello, bravi

franco costigliola il mercoledì 2 maggio 2007 ha scritto:

il piacere di un rito antico, che risveglia un aspetto umano spesso tradito da una civiltà tecnologica, dove la scienza delle macchine prevarica quella dell'anima!

Dario il venerdì 5 maggio 2006 ha scritto:

Credo che le feste popolari costituiscono spesso una strategia per il recupero dell'identità anrtropologica da parte di masse che sentono pressante la minaccia e i vuoti ideologici dell'insicurezza e dell'omologazione culturale.Evviva i dislivelli interni di culture. Evviva Cocullo.

Collabora, commenta con noi

La pubblicazione dei commenti è uno strumento a supporto di chi visita il portale e vorrebbe partecipare a questo evento.

Ti preghiamo di non utilizzare questo spazio per l'invio di comunicazioni (correzioni, richieste di modifica, etc...) e di prendere visione del regolamento in basso. Per qualsiasi altra comunicazione utilizza l'indirizzo di posta elettronica redazione@folclore.eu

Inserendo il commento sollevi Folclore.eu da qualsiasi responsabilità e quindi Folclore.eu non può essere ritenuto responsabile del contenuto dei tuoi commenti dei quali sei l'unico titolare.

Informazioni personali

L'indirizzo e-mail è necessario, ma non verrà mai pubblicato.
Commento e voto

Inserisci il risultato dell'operazione
Eventi vicino Cocullo
Sagra delle Sagne co' j'aju pistatuSan Gregorio Da Sassola

Sagra delle Sagne co' j'aju pistatu

da domenica 27 aprile 2014 a San Gregorio Da Sassola (Roma)

a circa 76,03 km

Festa di Sant'AmbrogioFerentino

Festa di Sant'Ambrogio

da mercoledì 30 aprile 2014 a Ferentino (Frosinone)

a circa 57,10 km

Ju calenneTornimparte

Ju calenne

da giovedì 1 maggio 2014 a Tornimparte (L'Aquila)

a circa 48,44 km

Infiorata e sagra della polentaBoville Ernica

Infiorata e sagra della polenta

da giovedì 1 maggio 2014 a Boville Ernica (Frosinone)

a circa 50,16 km

Festa San AttanasioCellino Attanasio

Festa San Attanasio

da giovedì 1 maggio 2014 a Cellino Attanasio (Teramo)

a circa 61,95 km

Promozione Presenza Agriturismi