Festa dell'uva e rievocazione storica medievale a Monzambano, Mantova

Attenzione! Non abbiamo avuto notizie certe sullo svolgimento della prossima edizione. Sulla base delle precedenti edizioni l'evento dovrebbe iniziare sabato 19 settembre 2015 .

Prima di mettersi in viaggio vi consigliamo di contattare gli Enti Pubblici e/o Organizzatori.

Per segnalare eventuali errori scrivere a redazione@folclore.it

Tra le strette strade e i muri a sasso dell’antico centro medioevale di Monzambano, risuonano musiche di un tempo lontano.

In questo suggestivo contesto , durante la manifestazione, sfila un corteo di nobili signori, giunti in onore del gran banchetto a conclusione di una provvida vendemmia. Il borgo viene animato da popolani affaccendati nei lavori quotidiani.

Il mercato brulica di venditori che donano ai passanti assaggi di tipici prodotti locali: sugol, uva, miele, pane, formaggio, vino e altre bevande ristoratrici. Le botteghe mostrano antichi mestieri; pittori, incisori, scultori, speziali, maniscalchi, impagliatori. Mangiafuoco, giocolieri, musicanti e danzatrici animano la festa.

Sulla rocca, salendo fin sopra al Castello, si arriva al gran banchetto. Sulle antiche torri maghi e cartomanti leggono il passato e il futuro, i soldati di guardia effettuano il loro giro di ronda.

La manifestazione da, ogni anno, largo spazio ai banchi d’assaggio dei vini locali, ai quali vengono affiancati convegni che trattano l’ambito vinicolo. Le serate sono allietate con spettacoli rievocativi, musica e balli.

Ultima verifica martedì 16 settembre 2014 a cura di Marco Panunzi

Informazioni e contatti

Comune di Monzambano
Tel. 0376.800502
turismo@comune.monzambano.mn.it

Categoria: Sagre - Segnalato il: 02/01/2001 - Visite alla scheda: 38.801

Sito internet: Sito ufficiale- Google Maps

Attenzione! Non abbiamo avuto notizie certe sullo svolgimento della prossima edizione. Sulla base delle precedenti edizioni l'evento dovrebbe iniziare sabato 19 settembre 2015.

Prima di mettersi in viaggio vi consigliamo di contattare gli Enti Pubblici e/o Organizzatori.

Per segnalare eventuali errori scrivere a redazione@folclore.it

Commenti